nella bellezza

nella bellezza

mercoledì 14 marzo 2018

Newby Hall and Gardens

Può sembrare fuori stagione, a gennaio, parlare di fiori e giardini, quando gli alberi sono spogli e magari ci si aspetta qualche fiocco di neve, ma tra i regali ricevuti a Natale ho trovato un dvd che racconta di un giardino  nel North Yorkshire che mi ha letteralmente incantata. E siccome mi piace condividere le cose che ritengo belle, ho pensato di fare a mia volta un regalo a quelli che come me amano fiori e giardini.







Newby Hall è una prestigiosa residenza di campagna che sorge lungo le sponde del fiume Ure, nella parte settentrionale dello Yorkshire.





Appartiene alla famiglia Compton fin dal 1748. Completamente ristrutturata su un precedente edificio di proprietà della famiglia Blackett, progettato dal famoso architetto Christopher Wren alla fine del XVII secolo, Newby Hall è circondata da 25 acri di giardini progettati quasi interamente dal nonno e dal padre  dell'attuale proprietario.
 
La dimora, celebre per i suoi interni, opera dell'architetto Robert Adam, è ricca di arazzi, affreschi, statue classiche e mobili Chippendale.
















Più della raffinatezza e dell'eleganza degli interni però, sono i giardini ad attrarre migliaia di visitatori nel corso dell'anno, dal momento che rappresentano la bellezza e il fascino del tipico "giardino all'inglese", con le doppie bordure fiorite che dalla facciata meridionale della dimora scendono fino alle sponde del fiume Ure.














Al di là dello splendore di queste bordure, che vengono continuamente accudite e rinnovate  dai giardinieri, questo è un giardino in cui perdersi, per ritrovarsi con sorpresa in imprevedibili "stanze" vegetali, ciascuna con nomi e fiori diversi, che possono chiamarsi il giardino delle rose o il giardino d'autunno o il giardino bianco...
 
 
















































































































domenica 4 febbraio 2018

Barnsley House






Nel 1951 David Verey ereditò questa tenuta di famiglia nelle Cotswolds e ci andò a vivere con la moglie Rosemary.
Appassionati entrambi di giardinaggio, si rimboccarono le maniche e diedero vita a un favoloso giardino.




David era uno studioso di architettura e si dedicò alle opere murarie - fu lui a costruire il tempietto neo classico che si specchia nella piscina antistante, mentre Rosemary si dedicò a piante e fiori, e lo fece così bene da essere considerata la più brava e famosa "giardiniera" dell'ultimo quarto del XX secolo.











Rosemary aveva una particolare abilità nell'organizzare gli spazi; si ispirava a grandi giardini, come Bodnant, nel Galles settentrionale e Villandry in Francia, e li riproduceva in scala ridotta.





























































Nel 1970 il giardino fu aperto al pubblico e nella bella stagione fu visitato da migliaia di persone. Quando nel 1984 il marito morì, Rosemary si dedicò a scrivere libri di giardinaggio e a tenere conferenze in giro per il mondo. 
























Benchè fosse autodidatta, Rosemary, pur non avendo mai progettato un intero giardino per altri, era diventata così famosa da essere interpellata per una consulenza  dal Principe Charles e da Elton John.
Morì nel 2001.








Ora Barnsley House è un lussuoso albergo e il giardino è riservato agli ospiti. Solo un paio di volte all'anno viene aperto per qualche ora al pubblico.