nella bellezza

nella bellezza

giovedì 25 giugno 2015

The Garden of Cosmic Speculation

Di tanto in tanto Dindi e io ci concediamo all'ora di pranzo una piccola fuga dai rispettivi impegni domestici e lavorativi, giusto quel paio d'ore per raccontarci davanti ad una pizza o a un risotto le piccole quotidiane storie di famiglia, ricordare quelle passate o imbastire qualche progetto futuro, ma soprattutto per parlare della nostra "creatura", il blog : spunti, idee, progetti, cose così.

E' così che è nato questo post : un nome citato in una rivista nella sala d'attesa del pediatra e la curiosità, a fare il suo ineluttabile corso.
Chi ci segue sa quanto mi piacciano i giardini, e quanti ne ho raccontati, ma quello che mostrerò oggi è veramente ai limiti della fantasia.

Siamo in Scozia, nei borders. E' qui che si trova il Garden of Cosmic speculation, un giardino di 12 ettari ispirato dalla scienza e dalla matematica, creato dall'architetto paesaggista e teorico Charles Jencks nella sua residenza, Portrack House, un edificio costruito nel XVIII secolo.

Nel giardino non abbondano le piante, bensì formule matematiche e fenomeni scientifici in un contesto che combina i tratti tipici della natura con curve e simmetrie artificiali.
"Si potrebbe dire che questo è un giardino che usa la natura per celebrare la natura, sia intellettualmente che attraverso i sensi, compreso il senso dell'umorismo ...: una cascata d'acqua che scorre su una scalinata ripercorre la storia dell'universo, una terrazza mostra la distorsione dello spazio e del tempo creata dal "buco nero", la "Quark Walk" conduce i visitatori verso le particelle più piccole della materia, e una serie di volumi e laghi che richiamano la fractal geometry." Ce n'è abbastanza per farmi girare la testa... o, se preferite,  un'opportunità per confrontarmi con la mia infinita ignoranza! Mi astengo da giudizi e commenti e passo direttamente alle immagini che  sono più efficaci:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



 Il giardino è privato ma una volta all'anno è aperto al pubblico per raccogliere fondi, attraverso lo Scotland's Gardens Scheme, a favore dei Maggie's Centres, una fondazione benefica per la cura del cancro, dedicata a Maggie Keswick Jencks, la moglie di Charles Jencks.




















1 commento: